Salta al contenuto

Contenuto

I cittadini che hanno dovuto abbandonare le proprie case per gli eventi che hanno colpito l’Emilia-Romagna dal 1 Maggio e che hanno trovato un alloggio alternativo (ad esempio presso parenti o amici, oppure in roulotte e camper) possono chiedere il Contributo di Autonoma Sistemazione (CAS).

Cosa prevede il contributo in sintesi

Chi non può presentare la domanda di contributo?

I casi di esclusione del contributo sono chiaramente indicati all’art. 10 della Direttiva.
In particolare, il contributo non spetta al nucleo familiare assegnatario di un alloggio o sistemato in una struttura ricettiva con oneri a carico della pubblica amministrazione fatta salva l’ipotesi di soluzione alloggiativa mista (un periodo di autonoma sistemazione ed un periodo di sistemazione in strutture a carico della pubblica amministrazione).

Quando si deve presentare la domanda di contributo?

La domanda deve essere presentata tassativamente entro il 30 giugno 2023, pena l’inammissibilità.

Definizione di nucleo familiare e di abitazione principale abituale e continuativa

Si veda l’art. 3 della Direttiva.
In particolare, in caso di dubbi circa l’effettiva dimora abituale nell’abitazione sgomberata in cui risulta stabilita alla data degli eventi calamitosi la residenza anagrafica, il Comune richiede la documentazione comprovante la effettiva dimora (es: contratti di locazione, comodato o usufrutto, utenze e relativi consumi) con raccomandata A.R., fissando a tale scopo un congruo termine, non superiore comunque a 15 gg.
Se la documentazione richiesta non viene prodotta entro tale termine la domanda sarà rigettata. Per nucleo familiare si intende quello risultante dal certificato storico dello stato di famiglia.

Importo mensile del contributo

Salvo i casi di aumento e riduzione previsti dall’art. 7 della, il contributo, mensile, è concesso nella misura di:

  • € 400,00 per il nucleo con 1 componente
  • € 500,00 per il nucleo con 2 componenti
  • € 700,00 per il nucleo con 3 componenti
  • € 800,00 per il nucleo con 4 componenti
  • € 900,00 per il nucleo con 5 o più componenti.

Il contributo è aumentato di € 200,00 per ogni componente il nucleo familiare che risulti alla data degli eventi calamitosi:

  • di età superiore a 65 anni;
  • portatore di handicap;
  • disabile con una percentuale di invalidità non inferiore al 67%.

Modalità di presentazione della domanda

La domanda va presentata entro il 30 giugno 2023 su un apposito modulo presso il Comune dove si trova la casa sgomberata nei giorni e orari di apertura del Municipio o in alternativa spedire il modulo compilato tramite raccomandata o inviare una PEC agli indirizzi dei Comuni.

Da scaricare

Direttiva disciplinante i criteri, le modalità e i termini per la presentazione delle domande e l'erogazione dei contributi:
DIRETTIVA

Moduli, da compilarsi a cura dei nuclei familiari sgomberati

Avvertenza: i moduli in formato word sono resi disponibili al solo fine di agevolare gli interessati nella compilazione; non sono ammesse modifiche.

Comune di Imola

Le domande vanno indirizzate a ufficio Archivio-Protocollo piazza Matteotti, 23 e possono essere consegnate:

  • A mano, negli orari di apertura dell' Ufficio Archivio-Protocollo - orari di apertura: da lunedì a venerdì ore 9:00-13:00 martedì e giovedì anche ore 14:30-17:00.
  • Tramite raccomandata A/R indicando nell’oggetto "Contributo di Autonoma Sistemazione (CAS)";
  • Via PEC comune.imola@cert.provincia.bo.it

Comune di Medicina

Le domande vanno consegnate o spedite tramite raccomandata A/R al seguente indirizzo:
Comune di Medicina – Ufficio edilizia privata – via Libertà, 103 Medicina indicando nell’oggetto “Contributo di Autonoma Sistemazione (CAS).

Informazioni e supporto

Se vuoi maggiori informazioni o supporto per compilare la domanda puoi chiedere un appuntamento con l’ufficio edilizia privata tramite: email ediliziaprivata@comune.medicina.bo.it, tel. 051 6979 208- 051 6979303.

Comune di Castel San Pietro Terme

La domanda va consegnata:

  • Tramite posta elettronica certificata alla casella PEC: comune.castelsanpietro@cert.provincia.bo.it
  • Consegna a mano presso Comune di Castel San Pietro Terme - Sportello Cittadino -Ufficio Protocollo - Piazza Venti Settembre n. 3 - 40024 Castel San Pietro Terme (BO) - Piano Terra dal lunedì al venerdì nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12:30; il martedì anche dalle 15:00 alle 17:45 e giovedì con orario continuato dalle 8:30 alle 17:45.

Per informazioni tel. 051 6954198

Comuni della vallata (Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Fontanelice e Castel del Rio)

La domanda deve essere presentata al Comune nel cui territorio si trova l’abitazione sgomberata (nei giorni di apertura del Comune) o presso il Centro Operativo di Vallata ubicato in Municipio a Borgo Tossignano (nei giorni di Martedì e Giovedì dalle ore 09:00 alle ore 17:00).
La domanda può essere consegnata a mano oppure spedita a mezzo posta con raccomandata A/R.

É ammessa, inoltre, la presentazione della domanda all’ indirizzo PEC del Comune:

Presso il Centro Operativo di Vallata è istituito uno sportello informativo e di assistenza per la compilazione della domanda di contributo per l’autonoma sistemazione dal 6 Giugno al 29 Giugno nelle giornate di Martedì e Giovedì dalle 9:00 alle 17:00. L'ufficio si trova a piano terra - lato via Trieste, in corrispondenza del civico n. 6 nel Municipio di Borgo Tossignano. Si invitano i cittadini legittimati a fissare anticipatamente un appuntamento chiamando il numero di telefono 335 1918515.

Comune di Castel Guelfo

La domanda va consengata:

  • Tramite invio all’indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata) comune.castelguelfo@cert.provincia.bo.it;
  • Tramite consegna all’ufficio protocollo nei seguenti orari: dal Lunedì al Venerdì 9:00 – 12:30;
  • Per raccomandata A/R al Comune di Castel Guelfo di Bologna – Settore Affari Generali e Politiche Sociali – Via Gramsci, 10 – 40023 Castel Guelfo di Bologna (BO).

Comune di Mordano

Comune di Dozza

Di seguito si allega:

  • La Direttiva contenuta nel Decreto n.74 del 28 Maggio del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini in qualità di Commissario Straordinario disciplinante i criteri, le modalità e i termini per la presentazione delle domande e l'erogazione dei contributi per l’autonoma sistemazione dei nuclei familiari sfollati dalla propria abitazione in conseguenza alle avverse condizioni meteorologiche che, a partire dal giorno 1° maggio 2023, hanno colpito il territorio delle province di Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini – primo stralcio;
  • Modulo per la richiesta del contributo autonoma sistemazione.

Allegati

A cura di

Ultimo aggiornamento: 06-12-2023, 13:12