Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Gestione Associata
Tu sei qui: Home / Sismica / Invio autorizzazione telematica

Trasmissione telematica

Trasmissione telematica

La delibera regionale D.G.R. 2253/2015 del 28/12/2015 prolunga la fase di sperimentazione, monitoraggio, formazione e assistenza sull'impiego del SIS e rinvia, a data da destinarsi, l'entrata a regime dell'obbligatorietà della trasmissione delle pratiche sismiche in via telematica tramite il SIS. Il Sistema informativo integrato costituisce il supporto tecnologico alla rete delle strutture comunali, provinciali e regionali competenti in materia sismica e ne consente la gestione informatica delle pratiche sismiche.

Il Servizio Sismico Associato del Nuovo Circondario Imolese incentiva l'invio delle pratiche attraverso il portale SIS senza rendere tale presentazione obbligatoria. Le pratiche presentate in forma cartacea verranno regolarmente accettate.

Requisiti e modalità di accesso

Al SIS possono accedere tutti gli utenti, Committenti, Professionisti, Imprese costruttrici in possesso di Smart Card (necessaria per l'autenticazione) e PEC (Posta Elettronica Certificata). Le funzionalità sono differenziate, in generale tutti possono vedere i dati e documenti delle pratiche per le quali sono collegati con un ruolo.

Il sistema SIS è raggiungibile all’indirizzo web https://servizifederati.regione.emilia-romagna.it/SIS/. Per accedere è necessario avere un account FedERa oppure una smartcard.

Procura speciale e delega

Se il Committente non può accede al SIS per effettuare la trasmissione telematica della propria pratica, può delegare un Professionista, mediante una Procura Speciale (firmata con firma autografa presso lo studio del professionista scelto) per l’apertura della pratica, la compilazione dei dati e la firma digitale dei documenti necessari. In fase di apertura pratica da parte del Professionista è obbligatorio il caricamento della Procura (file risultato dalla scansione dell'originale cartaceo e firmato digitalmente dal Professionista Delegato). La Procura permette l'inserimento e la gestione di un unica pratica.

  • Procura speciale del committente per l'utilizzo del SIS e la firma digitale, file.pdf proveniente da scansione del documento cartaceo con firma autografa del committente, firmato digitalmente dal professionista incaricato (che mantiene in custodia il documento cartaceo). E' possibile utilizzare il seguente modulo in formato scrivibile modulo Procura speciale;
  • Procura speciale altre figure coinvolte sprovviste della firma digitale, file.pdf proveniente da scansione del documento cartaceo con firma autografa della figura coinvolta, firmato digitalmente dal professionista incaricato (che mantiene in custodia il documento cartaceo). E' possibile utilizzare il seguente modulo in formato scrivibile modulo Procura speciale altre figure coinvolte;
  • Delega per rapporti con la struttura tecnica, si tratta del riquadro specifico presente nella versione cartacea del modulo MUR A.2 - Istanza di autorizzazione sismica, file pdf proveniente da scansione della delega cartacea con firma autografa del committente, firmato digitalmente dal professionista incaricato (che mantiene in custodia il documento cartaceo). In alternativa alla scansione del modulo cartaceo prima menzionato è possibile utilizzare in seguente modulo Delega per il rapporto tra progettista strutturale e la Struttura Tecnica di Controllo;

 Ricevuta di versamento, diritti di segreteria e Marca da Bollo

  • Ricevuta di versamento, la scansione in pdf della quietanza rilasciata dalla banca  nel caso di bonifico bancario o il file pdf proveniente da scansione dell'attestazione di versamento su c/c postale firmata digitalmente dal professionista incaricato (che mantiene in custodia il documento cartaceo). Dal 15/03/2016 oltre al rimborso forfettario il Nuovo Circondario Imolese ha istituito i diritti di segreteria pari a € 50,00 per ogni pratica presentata. Il pagamento di tale importo può essere fatto con un unico versamento del totale.
  • Marca da Bollo. Per assicurare la completezza del fascicolo digitale della pratica sismica è necessario produrre una copia informatica dei 2 bolli utilizzando il modulo Dichiarazione pagamento dell’imposta di bollo per il rilascio dell’autorizzazione sismica per dichiararne l’utilizzo associato alla pratica sismica.

Integrazione volontaria e richiesta di integrazioni

Prima dell'accettazione della pratica, verrà effettuato un controllo formale di completezza degli allegati digitali presenti nel sistema.
Solo quando lo stato della pratica è "Accettata" o "In Valutazione", il professionista può inviare Integrazioni Volontarie verso la STC.
Se necessario, la STC invia tramite pec al tecnico delegato la richiesta di chiarimenti/integrazioni, il quale perfezionerà la pratica inserendo le integrazioni richieste direttamente nel portale SIS.

Rilascio determina di autorizzazione sismica

Quando la pratica inviata viene "Bloccata" il professionista non può più inviare Integrazioni Volontarie. Lo stato della pratica diventa "Fine Valutazione".
Gli interessati accreditati potranno visionare e scaricare dal SIS la determina di autorizzazione sismica e la comunicazione del rilascio di autorizzazione. Quest'ultima viene inviata dalla STC anche con PEC al tecnico delegato.
Il delegato dovrà scaricare la determina di autorizzazione sismica direttamente dal SIS, estraendo il file.pdf dal file firmato digitalmente .pdf.p7m. Per procedere con questa operazione si possono utilizzare software con funzioni dedicate all'estrazione dei file firmati e la verifica della firma.
Lo stato della pratica diventa "Esito Positivo". La pratica non è più modificabile ma solamente consultabile.

Inizio lavori, fine lavori e collaudo

Quando si rilascia l'autorizzazione lo stato della pratica diventa "Esito Positivo".
Per una migliore gestione e organizzazione l'ufficio richiede l'inserimento nel SIS della comunicazione di inizio lavori strutturale al quale andrà allegato una copia del frontespizio del titolo edilizio. 
La piattaforma SIS ha però delle limitazioni a livello di procedura per cui si dovrà fare un unico .pdf firmato digitalmente contenente tutti i documenti da inserire, sia per la sezione di inizio lavori, che per la chiusura lavori che ancora per il collaudo.
Se in fase di istanza di autorizzazione non era stata ancora definita l'impresa costruttrice (per una pratica soggetta alla ex. 1086/71) si dovrà allegare il pdf della denuncia dei lavori a firma dell'impresa con l'inizio lavori e il titolo edilizio.
Si richiede ai tecnici di inviare una pec all'ufficio nel momento in cui vengono inseriti i documenti relativi all'inizio lavori, fine lavori o collaudo in quanto la procedura non invia nessuna notifica alla Struttura Tecnica Competente.
ultima modifica 28/07/2016 12:42 — pubblicato 18/03/2015 09:30