Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Attività - Progetti / Distretto per l'Istruzione del Territorio imolese - CISS/T / Progetti / Piano annuale degli interventi - anno 2018-2019

Piano annuale degli interventi - anno 2018-2019

ORIENTAMENTO SCOLASTICO — ultima modifica 03/10/2018 15:01
Il progetto “Progetto Orientamento scolastico” – si propone di dare continuità a quanto realizzato dal CISS/T negli anni precedenti (con la collaborazione delle Istituzioni scolastiche, degli Enti di Formazione Professionale, delle Imprese e della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola) in merito all’attuazione di quanto la normativa e il dibattito psico-pedagogico e sociologico più recente sono venuti delineando sull’orientamento, sia sotto il profilo teorico che pratico. L’orientamento, infatti, “non può più essere inteso esclusivamente come educazione alla decisionalità e alla scelta, ma occorre dilatarne l’accezione fino a farlo diventare cultura dell’innovazione, cultura del cambiamento, cultura del progetto personale, (…) il tutto inserito in un processo formativo continuo”. D’altronde, l’orientamento è sempre meno un compito affidato alla responsabilità del singolo e sempre più - considerata la complessità del contesto in cui l’individuo si trova a vivere, a formarsi ed a scegliere - azione che attraversa tutto il percorso educativo coinvolgendo famiglie, educatori, istituzioni e società. Su questo piano, l’attività formativa rivolta ai docenti dei differenti ordini e gradi delle scuole del circondario intende favorire l’approfondimento, sul piano territoriale, delle tematiche relative al passaggio fra i due segmenti della scuola secondaria e, contemporaneamente, si propone di estendere l’attività orientativa alla Scuola dell’Infanzia, alla Scuola Primaria, alla formazione universitaria, alla formazione professionale e al rapporto scuola-mondo del lavoro. Pertanto verranno sviluppati, in un contesto continuo di confronto e rapporto tra le istituzioni scolastiche e gli altri soggetti (enti, istituzioni, associazioni) che agiscono sul territorio, i seguenti temi: la didattica orientativa, il passaggio tra livelli differenti del sistema scolastico, lo sviluppo delle attitudini e delle competenze in un’ottica di formazione in prospettiva dell’uscita dalla scuola secondaria, sia in direzione del sistema universitario, sia verso l’attività professionale.
ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO — ultima modifica 03/10/2018 14:57
Il CISS/T si propone come soggetto di coordinamento delle differenti iniziative che le Istituzioni scolastiche prevedono in tema di Alternanza Scuola-Lavoro (così come previsto dalla L.107/2015) e di promozione dell’attività formativa rivolta ai docenti, connessa alla relazione scuola-mondo del lavoro. In particolare si procederà attivando come Ciss/t un Tavolo di coordinamento specificamente dedicato all’Alternanza Scuola-Lavoro, composto dal Nuovo Circondario Imolese (in rappresentanza del sistema degli enti locali), Istituzioni scolastiche e Tavolo delle Associazioni imprenditoriali del territorio imolese al fine di definire un quadro della domanda (da parte delle scuole) e dell’offerta (da parte delle imprese) per tutto quello che riguarda la programmazione di stages, borse di studio-lavoro, richieste/proposte di interventi formativi e informativi da attuarsi presso le sedi scolastiche o delle imprese. Saranno oggetto di formazione, concordata con le imprese (Tavolo delle Imprese imolesi), con gli enti di riferimento (Enti locali, ASL, Albi professionali, ecc.) con gli Enti di formazione professionale (CIOFS), con i Comitati Tecnico-scientifici degli Istituti Secondari di 2° grado, gli aspetti inerenti la sicurezza sul posto di lavoro, la funzione dei tutor scolastici e aziendali, la valutazione/certificazione delle competenze acquisite nel corso dello stage. Il CISS/T si pone anche come coordinatore di iniziative proposte da diversi soggetti, come il progetto “ Scuola Giovani Imprenditori” presentato e realizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori CNA Imola attraverso incontri rivolti agli studenti delle scuole superiori del Circondario imolese.
CONTINUITA' EDUCATIVA ED EDUCAZIONE DEGLI ADULTI — ultima modifica 03/10/2018 14:58
Il CISS/T sosterrà e coordinerà le iniziative che favoriscono il raccordo fra i diversi segmenti del percorso formativo (Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria e Scuole Secondarie di 1^ e 2^ grado). In particolare si sosterranno, con adeguati interventi formativi, le attività di progettazione e ricerca-azione che coinvolgono docenti di uno stesso istituto o di reti di istituti diversi su percorsi verticali di sviluppo di competenze curriculari, trasversali e competenze chiave/di cittadinanza, oltre che su percorsi legati allo sviluppo di contenuti specifici riferiti a progetti proposti da agenzie formative del territorio. Il tema della continuità educativa si collega del tutto alla tematica di più ampio respiro della “formazione permanente”, che presuppone un percorso continuo di apprendimento, tale da non esaurirsi all’interno dei cicli scolastici /apprendimento lungo tutto l’arco della vita). In questa ottica rientra anche il tema della Formazione degli Adulti. D’altra parte, il quadro normativo dà fondamento agli interventi di educazione permanente e di educazione degli adulti (ora inseriti a pieno titolo nell’ordinamento nazionale dell’istruzione) e risulta chiaramente delineato, per cui il sistema scolastico e il sistema delle autonomie locali possono legittimamente sostenere e rafforzare sia il CPIA con sede imolese, sia i corsi per adulti presenti presso gli Istituti tecnici-professionali del nostro territorio. Gli interventi formativi previsti su questo piano si rivolgono specificatamente ai docenti impegnati in questo settore, mediante una formazione mirata all’approfondimento degli aspetti organizzativi, metodologico - didattici specifici di questo contesto, nonché agli aspetti connessi all’orientamento (università, mondo del lavoro…) e alla continuità tra i percorsi di apprendimento che la formazione della persona adulta richiama.
INCLUSIONE E ANTIDISPERSIONE — ultima modifica 03/10/2018 14:59
L’attività formativa rivolta ai docenti, relativamente ai temi particolarmente connessi agli aspetti inclusivi dell’offerta formativa dei diversi istituti scolastici e all’impegno degli stessi per garantire il successo formativo e la riduzione della dispersione scolastica, prevede uno stretto collegamento con l’Università di Bologna - Dipartimento di Scienze della Formazione (che già opera in collaborazione con il CISS/T per quanto riguarda il progetto “Tutor amicale” ed è presente sul territorio attraverso il progetto “INS”); collegamenti particolari, sul piano operativo, sono previsti con le Amministrazioni Comunali locali (uffici per il Diritto allo Studio), con l’ASL (servizio di Neuropsichiatria infantile), con l’ASP, con l’Ufficio di Piano del Circondario, con le associazioni che si occupano dell’integrazione e del recupero dei ragazzi in situazione di disagio. Con tutti questi soggetti il CISS/T si propone di promuovere una formazione coordinata (con ricaduta immediata nelle realtà scolastiche, mediante la realizzazione di mirata attività di ricerca-azione) su aspetti specifici e ben contestualizzati, che riguardano i “casi” (alunni disabili, con disturbi specifici di apprendimento, con bisogni educativi speciali, portatori di situazioni di disagio socio-culturale…) che si registrano nelle scuole e che richiedono un approfondimento sulle strategie volte a garantire l’inclusione e la piena integrazione del singolo nel gruppo e del gruppo stesso (in quanto insieme di una pluralità di diversità).
RICERCA E DOCUMENTAZIONE — ultima modifica 03/10/2018 15:00
L’attività messa in campo dal CISS/T nei diversi contesti progettuali richiede un continuo ricorso alla ricerca (mediante indagini, raccolta dati, raccolta materiali…), nonché una altrettanto costante attività di messa a disposizione delle scuole dei materiali raccolti, dei materiali prodotti da parte delle scuole (in particolare da parte dei nuclei di ricerca-azione). Questa attività di ricerca e documentazione sarà finalizzata inoltre ad aspetti specifici che coinvolgono le realtà scolastiche del nostro territorio: i flussi delle iscrizioni e delle scelte orientative degli alunni, il monitoraggio dei percorsi scolastici, la consistenza a livello territoriale dei fenomeni di dispersione scolastica e insuccesso, la diffusione delle pratiche di Alternanza Scuola-Lavoro… Si tratta di un’attività che prevede il suo perno operativo sull’Ufficio del CISS/T , ma che non può prescindere dal coinvolgimento del personale docente, per il quale si prevedono momenti di adeguata formazione in merito agli aspetti “tecnici” che la ricerca /documentazione comporta (formazione del docente “ricercatore / documentalista”).
PROGETTAZIONE TERRITORIALE — ultima modifica 03/10/2018 15:00
Il CISS/T agisce come “incubatore” per le varie proposte formative che vengono dalle agenzie del sistema formativo allargato (Enti, Istituzioni, Associazioni,…) e, contemporaneamente, ne coordina la programmazione, onde evitare sovrapposizioni e mancate coincidenze con i tempi della programmazione dell’attività scolastica. A questo proposito, il CISS/T promuoverà, in collaborazione con la Rete delle Scuole, un momento di presentazione coordinata delle varie iniziative proposte da soggetti diversi, ad inizio anno scolastico, in tempo utile per essere accolte nella programmazione delle diverse scuole. Compito del CISS/T sarà inoltre quello di promuovere, sostenere e coordinare le attività di formazione/ricerca-azione connesse alla realizzazione dei progetti proposti dai diversi soggetti proponenti (storia locale, utilizzo consapevole della rete, cittadinanza attiva, ricerca d’ambiente…), al fine di agevolare la ricaduta nelle scuole delle diverse sollecitazioni che emergono dalla variegata offerta progettuale.
Interventi formativi e progetti gennaio-giugno 2019 — ultima modifica 13/03/2019 18:20
ultima modifica 03/10/2018 15:02 — pubblicato 03/10/2018 15:02